Status Attuale
Non iscritto
Prezzo
1200

CORSO DI MONTAGGIO CINEMATOGRAFICO 2022

1. INTRODUZIONE

Il CORSO DI MONTAGGIO CINEMATOGRAFICO, organizzato dall’Accademia del Cinema Renoir, è indirizzato a tutti coloro che vogliono conoscere le arti e le tecniche del montaggio. Lo studio e la conoscenza della figura del montatore, conosciuto come il “primo spettatore” delle immagini realizzate da un regista, sono fondamentali per compiere i primi passi in questa professione.

2. LA ROAD TO PICTURES FILM

L’associazione culturale ROAD TO PICTURES FILM APS nasce a Roma, nel settembre del 2011. L’intento dei fondatori è di creare un polo formativo e professionale in materia cinematografica. A tale proposito l’associazione attiva da subito il percorso LAB, organizzando Workshop di alto livello professionale collaborando con importanti professionisti del mondo del cinema, come Francesco Munzi (Regista – Anime Nere, Saimir, etc.), Marco Spoletini (Montatore – Gomorra, Le Meraviglie, etc.), Maurizio Calvesi (Direttore della Fotografia – Prendimi l’anima, Mine Vaganti, etc.), Heidrun Schleef (Sceneggiatrice – La stanza del figlio, Il Caimano, etc.), Maurizio Braucci (Sceneggiatore – Martin Eden, La Paranza dei Bambini, etc.) e molti altri. Nello stesso tempo si occupa di produzione esecutiva e organizzazione di lavori audiovisivi di giovani autori, ottenendo ottimi risultati e dimostrando interessanti capacità gestionali e di leadership. Nel 2017 il percorso LAB è mutato in Accademia del Cinema Renoir, potenziando le attività formative e introducendo Corsi Annuali e Semestrali di Regia, Sceneggiatura, Montaggio, Produzione e Musica per Film.

3. IL CORSO

Il corso di montaggio cinematografico si sviluppa in 160 ore. Le lezioni si articoleranno in lezioni frontali e in moltissime esercitazioni pratiche. La sede dell’Accademia del Cinema Renoir dispone, infatti, di postazioni iMac di ultima generazione e i migliori software per il montaggio video e audio. Gli allievi, oltre al percorso didattico interamente dedicato alla pratica, lavoreranno come montatori alle esercitazioni di cortometraggio dirette dagli studenti del corso annuale di regia cinematografica.

4. OBIETTIVO DEL CORSO

L’obiettivo del corso è di trasmettere le conoscenze necessarie per affrontare al meglio un percorso di carriera nell’ambito del montaggio cinematografico. Durante lo svolgimento delle lezioni, ogni allievo, attraverso un costante tutoraggio e con i preziosi interventi da parte dei docenti del corso, svilupperà molteplici qualità tecniche e una maggiore consapevolezza nel “maneggiare” le preziose immagini che in futuro arriveranno in moviola.

5. PROGRAMMA IN SINTESI

– Che cos’è il montaggio?;

– I formati del girato, dalla pellicola al digitale;

– La visione del girato;

– Organizzazione del materiale in funzione del montaggio;

– Come superare la paura della timeline vuota;

– Come affrontare scene di dialogo;

– Come affrontare scene d’azione;

– Il tempo di una storia;

– Il ritmo di una sequenza;

– Il suono e la musica;

– Il software: Avid Media Composer;

– Le clip e i rulli;

– Il rapporto con il regista;

– il rapporto con l’assistente al montaggio ed il proprio team;

– Gli scarti e come dare nuovo valore ad alcune immagini;

– La visione del materiale montato;

– L’export e i vari formati video e audio;

– L’edizione finale del film.

6. I DOCENTI

‧ Gianni Vezzosi | MONTAGGIO CINEMATOGRAFICO

Tra i più floridi montatori cinematografici degli ultimi anni, Gianni Vezzosi ha collaborato a film di successo come: Into Paradiso di Paola Randi, Smetto quando voglio, Smetto quando voglio Masterclass e Smetto quando voglio: ad honorem di Sydney Sibilia, Veloce come il vento di Matteo Rovere, Pecore in erba di Alberto Caviglia, e tanti altri. Nel 2017, grazie alle sue doti e al suo talento, ottiene il Premio David di Donatello per il Miglior Montaggio del film Veloce come il Vento di Matteo Rovere. Nel 2020 è il montatore della serie evento Sky Romulus prodotta da Groenlandia e Cattleya.

‧ Marco Spoletini | MONTAGGIO CINEMATOGRAFICO

Lavora nel cinema dal 1990. Nel 1999 monta La guerra degli Antò e nel 2002 Il posto dell’anima, entrambi di Riccardo Milani. Cura il montaggio per Velocità MassimaL’orizzonte degli eventi, Il passato è una terra stranieradi Daniele Vicari. Da sempre lavora assiduamente con il pluripremiato regista Matteo Garrone. Il felice connubio porta alla realizzazione di importanti film come L’imbalsamatore, per il quale ottiene una nomination al David di Donatello; Primo amore, in concorso al Festival di Berlino e Orso d’argento per la migliore colonna sonora; Gomorra, film di grande successo internazionale; Reality, Grand Prix al Festival di Cannes 2013; Il Racconto dei Racconti. Negli ultimi anni collabora anche con Alice Rohrwacher realizzando Corpo Celeste e Le Meraviglie, vincitore del Grand Prix al Festival di Cannes 2014. Ottiene molti riconoscimenti tra i quali citiamo: Nastro D’Argento per L’imbalsamatore e Velocità Massima, Nastro D’Argento per Dogman2 David di Donatello per Gomorra e per DogmanCiak d’oro per Il passato è una terra straniera.

‧ Cristiano Travaglioli | MONTAGGIO CINEMATOGRAFICO

Cristiano Travaglioli ha studiato cinema all’Università di Bologna e si è diplomato in montaggio presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Considerato oggi uno dei più prestigiosi montatori italiani, ha vinto numerosi premi come l’EFA per il miglior montaggio nel 2013 con il film Premio Oscar La Grande Bellezza di Paolo Sorrentino. Con Sorrentino cura anche il montaggio di: Il DivoThis Must Be The PlaceYouth – La Giovinezza, la serie evento The Young Pope e Loro. Oltre alla collaborazione con Sorrentino, è il montatore di film di spessore come: Sicilian Ghost Story di Antonio Piazza e Fabio Grassadonia, La mafia uccide solo d’estate di Pierfrancesco Diliberto, Anime Nere di Francesco Munzi dove ottiene il Premio David di Donatello per il miglior montaggio, Il volto di un’altra di Pappi Corsicato, Fascisti su Marte di Corrado Guzzanti, ecc.

‧ Giogiò Franchini | MONTAGGIO CINEMATOGRAFICO

Tra i montatori più richiesti del panorama italiano, alterna ai suoi inizi l’attività di montaggio e quella di innovatore tecnologico, introducendo in Italia il processo digitale di Avid Film Composer. I primi film che vengono editati con questa nuova tecnologia sono Racconti di Vittoria Pianese Nunzio, 14 anni a maggio Nel 1998 vince il Ciak d’oro al Miglior Montaggio per il film Tano da morire di Roberta Torre. Nel 2002 riceve una doppia candidatura per i Nastri d’Argento  al miglior montaggio dei film L’uomo in più e Luna rossa . Nel 2003 vince il Vesuvio Award al Napoli Film Festival con Il pareggio non esiste. In questi anni firma il montaggio di numerosi videoclip musicali (Almamegretta, Giorgia, Planet Funk, Elisa, Le Vibrazioni, Nino D’Angelo) e si dedica all’attività didattica attraverso lezioni, stage e seminari; si avvalgono del suo contributo tra questi la Scuola Holden di Torino, la Scuola Volontè ed il Centro Sperimentale di Cinematografia. Candidato più volte ai Nastri d’Argento ed al David di Donatello, vince nel 2005 di nuovo il Ciak d’oro per il montaggio de Le Conseguenze dell’amore di Paolo Sorrentino; nel 2006 il Premio Flaiano per La Terra di Sergio Rubini e La guerra di Mario di Antonio Capuano; nel 2008 il David di Donatello per La ragazza del lago di Andrea Molaioli; nel 2012 il Premio Perpignani al Bifest per Il Gioiellino. Lo stesso anno incontra il Premio Oscar  Jonathan Demme, con il quale collabora alla realizzazione di Enzo Avitabile Music Life. Nel 2018 si confronta per la prima volta con la serialità: firmando il montaggio di quattro episodi di 1994, terzo capitolo della produzione originale SKY e Wildside dopo 1992 e 1993.

‧ Gianluca Scarpa | MONTAGGIO CINEMATOGRAFICO

Uno dei più giovani montatori italiani. Dopo una svariata attività come assistente al montaggio a pellicole del calibro di Lo chiamavano Jeeg RobotLa Foresta di Ghiaccio Senza nessuna pietà, realizza come montatore la serie Rai Zio Gianni e i film Era d’estate di Fiorella Infascelli (Fandango, 2015) e Malati di Sesso di Claudio Cicconetti. Oggi è impegnato con varie produzioni, come l’ultima opera di Bonifacio Angius dal titolo Ovunque Proteggimi (Ascent Film, 2017). Nel 2018 è il montatore di “Un giorno all’improvviso” di Ciro D’Emilio (Lungta Film, 2018), in concorso ufficiale a Venezia75 sezione Orizzonti e ad Annecy Cinéma Italien, ottenendo notevole successo di pubblico e critica. Con Fandango, nel 2020, ha realizzato il montaggio dell’opera prima di Pietro Castellitto, in concorso a Venezia77 sezione Orizzonti (film vincitore del premio alla Migliore Sceneggiatura).

In caso di impegni lavorativi e/o personali che porterebbero all’assenza di uno o più dei docenti segnalati in questo bando, l’Accademia del Cinema Renoir si impegna a sostituirli con altri professionisti dello stesso calibro e dal profilo similare.

7. DURATA E COSTI DEL CORSO

Il corso di montaggio cinematografico si svolge a Roma, ed è strutturato per una durata totale di 160 ore.

Le lezioni inizieranno nel mese di aprile 2022, con orario dalle 09.00 alle 18.00.

Il programma sarà svolto con totale regolarità, anche nell’eventualità che il calendario subisca modifiche durante il normale svolgimento del corso.

Per permettere il regolare apprendimento delle lezioni, è concesso ad ogni allievo un limite massimo di assenze pari a 32 ore.

Il costo è di soli 1.200,00 euro per allievo.

Il corso è a numero chiuso. La classe sarà composta da un numero minimo di 8 allievi e un numero massimo di 10 allievi.

8. MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE E ISCRIZIONE

Per iscriversi e conoscere le modalità di pagamento è necessario contattare l’Accademia del Cinema Renoir e sottoscrivere la propria volontà di partecipazione, inviando all’indirizzo e-mail info@accademiadelcinemarenoir.it un proprio curriculum vitae, comprensivo di numeri telefonici, per essere contattati dallo staff dell’accademia e ricevere i dati per l’iscrizione.

La prima quota versata tramite bonifico bancario attiva l’iscrizione dell’allievo al corso (quota che sarà restituita all’allievo solo nel caso in cui il corso venga annullato o rimandato). Le altre modalità saranno indicate via mail. Il mancato saldo dell’intera somma indicata al punto 7, comporta l’esclusione dell’allievo dal corso.

La scadenza per le iscrizioni è prevista per il 28 febbraio 2022.

9. CONTATTI

Accademia del Cinema Renoir

Via Amilcare Cucchini, 60 – 00149 – ROMA

06 875 68552 | +39 345 212 5346

www.accademiadelcinemarenoir.it
info@accademiadelcinemarenoir.it
facebookAccademia del Cinema Renoir